ACQUISTA IL DVD

Angela è un film drammatico diretto da Roberta Torre, presentato nella Quinzaine des Réalisateurs al 55º Festival di Cannes. Gli interpreti principali sono Donatella Finocchiaro e Andrea Di Stefano.

Angela, nata in una famiglia di onesti lavoratori a Ballarò (il quartiere del mercato di Palermo), è attratta dal lusso, dalle moto di grossa cilindrata e dal gusto per il rischio. A vent’anni sposa Saro e con lui condivide una vita fatta di traffico di droga e guadagni facili e si mette contro la sua famiglia. Quando conosce Masino, pensa che sia uno sbirro ma, una volta che lui è diventato il braccio destro di suo marito, tra i due nasce un’attrazione irresistibile e tormentata. Ma nel loro mondo le regole sono scritte dagli uomini che sono assai spesso costretti a rinunciare ai propri sentimenti.

Lingua originale: italiano
Paese di produzione: Italia
Anno: 2002
Durata: 95 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: drammatico
Regia: Roberta Torre
Soggetto: Roberta Torre
Sceneggiatura: Roberta Torre, Massimo D’Anolfi
Produttore: Rita Rusic e Lierka Rusic
Casa di produzione: Rita Rusic Company, Movie Web, Sister Film
Distribuzione(Italia): Lucky Red
Fotografia: Daniele Ciprì
Montaggio: Roberto Missiroli
Effetti speciali: Mauro Vicentini
Musiche: Andrea Guerra
Scenografia: Enrico Serafini, Renzo Bellanca
Costumi: Enrico Serafini
Interpreti e personaggi
Donatella Finocchiaro: Angela
Andrea Di Stefano: Masino
Mario Pupella: Saro
Erasmo Lobello: Mimmo
Matteo Gulino: Paolino
Toni Gambino: Santino
Giuseppe Pettinato: Raffaele Santangelo
Maria Mistretta: Minica
Mauro Spitaleri: Commissario

Festival
2002
Festival International du Film du Cannes- Quinzaine des Realizateurs
Moscow International Film Festival
San Francisco International Film Festival
Hong Kong International Film Festival
Rotterdam International Film Festival
Sundance Film Festival- Word Cinema
Sao Paolo International Film Festival
Bellaria Film Festival

2003
Festival Du Cinema Italien d’Ajaccio
Toronto International Film Festival
Vancouver International Film Festival

2007
Stuttgarter FilmWinter- Panorama

2008
Ischia Film Festival

2003 – Nastro d’argento
Nomination Regista del miglior film a Roberta Torre
Nomination Migliore sceneggiatura a Roberta Torre e Massimo D’Anolfi
Nomination Miglior attrice protagonista a Donatella Finocchiaro
Nomination Migliore fotografia a Daniele Ciprì
Nomination Miglior sonoro a Cinzia Alchimede
Nomination Migliore montaggio a Roberta Missiroli

Premi

2003 – Globo d’oro
Miglior attrice rivelazione a Donatella Finocchiaro

2003 – Ciak d’oro
Bello e invisibile a Roberta Torre

2002 – Tokyo International Film Festival
Migliore interpretazione femminile a Donatella Finocchiaro

“Il film di Roberta Torre, è uno dei più interessanti, appassionati e stilisticamente raffinati che si siano visti nell’ultimo tempo”.
Lietta Tornabuoni, ‘La Stampa’, 8 novembre 2002

Triste e sensuale, il film è un piccolo gioiello. Indimenticabili le due scene di lei che parla al marito da dietro il vetro del carcere e allamante, agli arresti domiciliari, da dietro il vetro di una cabina telefonica. Antonioni docet.”
Terry Marocco, Film.it 2007

“Prima che in Angela, questa normalità e questa quotidianità criminali sono state raccontate in Quei bravi ragazzi (1990). E tuttavia Saro, Masino e gli altri che “commerciano” nel retrobottega d’un negozio di scarpe sono molto meno eccessivi, molto meno caricati dei goodfellas di Martin Scorsese. La loro quotidianità è ben più nomale, la loro normalità è ben più quotidiana. A Torre non interessano i giudizi, né espliciti né impliciti. Quello che davvero le preme è la sua protagonista, la sua individualità dentro l’universo mafioso.”
Roberto Escobar, Il Sole 24 ore Novembre 2002

“Tinto di noir, romanticamente straziato nel suo desiderio di svelare ciò che, probabilmente, non è possibile (ri)portare alla luce dell’inimitabile sole di Sicilia, il delicato film accompagna gli spettatori profani in angoli e spazi claustrofobici, in meandri silenziosi e tuttavia ardenti di passione. (…) ”
Aldo Fittante Film Tv , 5 novembre 2002